ENTRA NELLA MENTALITÀ DI UN IRONMAN!

Un IronMan ha una mente molto forte, ma questo concetto viene spesso frainteso.

Inizierò con un semplice esempio per darti un'idea di ciò che intendo: il concetto di allenamento fino allo sfinimento o di allenamento nonostante i problemi fisici e gli infortuni è per me un concetto completamente sbagliato. 

Avere una mente forte non significa allenarsi quando si è infortunati, che in realtà è un comportamento dannoso, poco saggio e che spesso porta a infortuni più gravi e a lunghe interruzioni della preparazione. 

Avere una mente forte non significa allenarsi anche quando si è esausti o si è dormito solo poche ore: Il recupero e il sonno sono tra gli aspetti più importanti della vita di un IronMan.

Tornando agli infortuni voglio essere molto chiaro: se hai solo qualche fastidio muscolare puoi anche continuare ad allenarti ma se l'infortunio è grave è meglio fermarsi anche in gara, la tolleranza al dolore è qualcosa che, secondo me, ha davvero poco senso.

Quindi, francamente, l'eroe che scappa ferito va bene per i film d'azione (e nemmeno per quelli di alto livello) perché è finto. 

Sì, è una leggenda del cinema! Per esempio: hai mai provato a correre con uno strappo muscolare? Sai quanto fa male uno strappo muscolare? Io l'ho fatto e sinceramente non riuscivo nemmeno a mettere il piede a terra! 

Sono una persona debole per questo? Ma ho completato 20 IronMan, quindi? 

Per favore, ascoltami, lascia questi comportamenti assurdi agli eroi dei film di serie B.

Al contrario, uno degli aspetti che fanno parte della forza mentale di un IronMan è, senza dubbio, avere la forza di superare gli allenamenti che vanno male nel breve termine e di visualizzare sempre tutto nel lungo termine. 

Se un giorno, ad esempio, non riesci a fare tutte le ripetute da 1 km o le completi più lentamente del previsto, un vero IronMan non si deprime o si arrabbia, ma cerca di capire perché non è riuscito a raggiungere il 100% del suo obiettivo giornaliero e soprattutto analizza a fondo l'intero allenamento per evidenziare cosa c'era di positivo al suo interno e non solo in quell'allenamento, ma anche in tutti gli allenamenti della settimana, del mese e così via.

Ecco come funziona la mentalità dell'IronMan! Ecco cosa significa essere mentalmente forti!

Dimentica la mentalità "No Pain No Gain" (nessun dolore nessun guadagno) e pensa che sia solo un grande trucco di marketing che non funziona davvero per te.

In ogni caso, ricorda sempre che sei un triatleta amatoriale e non un professionista (purtroppo molti lo dimenticano spesso) e che dedicare il tuo tempo allo sport è sempre positivo e aumenta senza dubbio il tuo benessere.

Mario Massarelli

Mario Massarelli

Ho 52 anni e da oltre 10 anni ho adottato il Triathlon come stile di vita. Ho iniziato solo per mettermi in forma e perdere qualche chilo, ma dopo la mia prima gara nel 2016 sono diventato un IronMan Finisher. Partendo da questo mio primo grande risultato, ho poi ottenuto rapidamente risultati inimmaginabili per il mio stile di vita quando ho iniziato a praticare il triathlon.
it_ITItaliano